Eccomi…

[ E anche se il vento ci soffia contro, abbiamo sempre mangiato pane e tempesta, e passeremo anche questa. ]

Sono Francesco. Vivo la vita con leggerezza, o almeno ci provo. Spesso insofferente verso le abitudini del cittadino medio moderno, alle nevrosi quotidiane cerco di sostituire sorrisi e gentilezza.

Due lauree, un master e tanti sogni. Nel mezzo tanti progetti e viaggi veri o immaginati. Intanto cerco di dare ogni mio giorno il contributo per valorizzare l’importanza delle persone all’interno di un mondo in grande cambiamento. Dopo un’importante esperienza in una multinazionale adesso lavoro in una cooperativa di costruzioni con l’obiettivo di concretizzare un progetto che si chiama “generare futuro”.

Lettore onnivoro di parole e di immagini. Creo colonne sonore per le mie giornate e playlist che cambio in base alle stagioni. Serial addicted e scrittore di pensieri, di post-it e disegnatore di margini bianchi.

Promotore di libri e di lettura. Socio e Volontario IBBY c/o “La Biblioteca che verrà…”, ovvero la “Biblioteca per Bambini e Ragazzi” di Lampedusa e Linosa. Faccio parte di quella resistenza che si muove per far sì che la cultura possa rendere il mondo, per tutti, un posto migliore da vivere. Ci credo profondamente!

“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”. – Italo Calvino 

Mi piacciono i sorrisi veri, sempre più rari, e gli occhi che luccicano. Adoro i tramonti, ovunque. Mi piace la pioggia in estate, quella che fa ribollire l’asfalto e fa odorare l’erba. Alla nutella ho sempre preferito la marmellata. Nei momenti di stress cucino come mi ha insegnato nonna: cose semplici, genuine e di cuore.

Tre cose di me:

La cosa che preferisco guardare alla televisione sono i documentari sugli animali e sulla natura.

Ho un orto piccolo piccolo che mi riempie di orgoglio e una collezione di cactus in espansione.

In casa, quando nessuno mi vede, ballo come un forsennato