Un’estate per essere felici, fateci caso

Originally posted on La McMusa:
Ho iniziato il libro di Kurt Vonnegut sul treno da Torino a Roma. L’ho finito il giorno stesso su quello da Roma a Reggio Calabria. Non sono partita felice, quest’anno, ma per fortuna ho avuto l’accortezza di portare con me le istruzioni per diventarlo. Provate a prendere questo libro e…

“Non si fa altro che perder tempo, nel tentativo di spostarsi”.

“La gente lavora una buona parte della giornata per pagare gli spostamenti necessari per andare a lavoro.” (I. Ilich) Ovvero siamo stati e saremo per sempre un enorme e insolubile paradosso. Magari potremmo (e dovremmo) iniziare a preoccuparci di più della nostra “casa in comune”, del nostro ambiente che ci rende umani e rende possibile…

Migrando.

Il mondo si è capovolto. Dall’Europa non si parte, ci si arriva.

Su piccole barche, fragili gusci di noce. Lasciando in altre terre guerra e fame.

E il mare è diventata una parola amara. Ma la parola migrante, in quelle terre lontane, è una bella parola, vuol dire coraggio, speranza, futuro. (Mariana Chiesa Mateos).

Siamo tempesta.

Mai avremmo pensato di trovarci qui. Siamo sempre stati abituati alla tempesta, faceva parte di noi. Ha da sempre fatto parte di noi. Adesso questa calma, che abbiamo sempre ricercato, è disturbante. Sembra l’occhio di un ciclone, che immobile vortica intorno. Attendiamo la ricaduta, il vento, la burrasca. Aspettiamo il volare di parole pesanti, di…

#CosaFaresti?

Se il tuo paese fosse invaso dalla guerra, cosa faresti? Se tu vedessi morire i tuoi figli di fame, cosa faresti? Se tu fossi costretto a vivere in un paese che non solo non rispetta, ma infrange volontariamente ogni tipo di diritto umano, cosa faresti? Se tu non avessi alcun tipo di diritto neanche ad…

Vigilia, piccoli ricordi & tracce di malinconia.

Il sole fuori splende, anche se qualche nuvola comincia ad arrivare per rendere il cielo più grigio e invernale. La Vigilia di Natale è arrivata. E come ogni anno sale in me un piccolo senso di malinconia. Il senso di una mancanza, un piccolo angolo di cuore rimasto vuoto. Un pensiero, racchiuso in un vortice,…

La filosofia della Nonna.

Oggi si vuole tutto. Questi sono gli anni delle grandi pretese, delle grandi richieste, del tutto deve funzionare come voglio, quando voglio e perché lo voglio. Si vogliono i cani, perché meno petulanti delle persone. Si vuole andare in vacanza, in posti lontani mille mila chilometri da casa. Quindi i cani si abbandonano, o i…

19:45 di un lunedì di settembre.

  Il cielo fuori, si sta tingendo d’indaco. Sprazzi di rosso, di un tramonto lontano. Il silenzio, scandagliato da un traffico lontano e regolare. Fruscii di macchine, che posso soltanto immaginare. Scrivo, ma non dovrei. Faccio la cosa che mi riesce meglio, perdo tempo. Domani, giorno d’esame. Le crisalidi, nella mia pancia, stanno diventando farfalle….

Il Volo

Apro un libro, uno dei prossimi che leggerò. C’è una citazione, ti salta subito agli occhi. Adoro le citazioni in apertura dei libri, danno sempre quel senso di importanza, rendono più bella e aulica la partenza. “Tra gli dèi che gli uomini inventarono, il più generoso è quello che unendo molte solitudini ne fa un…

L’uomo voleva un Dio, l’ha creato: il denaro.

La terra è viva, sebbene ogni giorno venga calpestata. L’altro giorno ha tremato, si è scossa e anche io, seppur lontano, ho sentito la sua vibrazione passarmi lungo la colonna vertebrale. Un brivido violentissimo. Penso a chi lo ha sentito ancora più forte di me. Le case non hanno retto, alcuni capannoni sono crollati, chiese…

Niente statistica in soffitta!

Come sono strane le soffitte. Piene di oggetti ammucchiati e ricoperti di polvere. Vecchi ricordi che lasciamo al buio, su cui si stende un velo leggero che non li nasconde mai del tutto. Per poi ogni tanto andarli a ripescare. Magari sei in cerca di altro. Ma proprio in quel momento ti imbatti in qualcosa,…

Il tempo da assecondare.

Il fiato ti si spezza in bocca. La corsa lungo i marciapiedi affollati di turisti, nonnine cariche di spesa imbacuccate nei modi più impensabili, giapponesi che immancabilmente guardano per aria mentre camminano, zingare dai colori sgargianti, immigrati dagli occhi stanchi e speranzosi, uomini e donne d’affari che rincorrono il tempo come i cani giocano a…

Incontrarsi

L’aria gelida. Appena entrato nel centro commerciale venni avvolto da una nuvola di calore, lo sentii subito sulla punta del mio naso. Ci sedemmo al bar, scaldavo le mie mani sul bordo della tazza di caffè appena ordinato, rigorosamente lungo. Mia madre prese il solito macchiato bollente, specificando bene la cosa alla barista di turno.  Parlavamo…

Al di là del tempo.

[ Dentro una vertigine che danza e ci porta al di là del tempo. ]  Sono caduto.  Al mio risveglio il tempo si era fermato. L’universo era bellissimo nella sua stabilità.        Immobile. Sembrava di essere dentro ad una fotografia, di quelle dove i paesaggi sono sempre stupendi, di quelle che ogni volta…