Da soldato a poeta: per una nuova coscienza di obiezione.

  In principio, era la guerra. Era il caos, un volo di pulviscoli alzati dal vento che brillavano in controluce. Un turbine di polvere e disperazione, un’aria irrespirabile. “Eppure. Quanto è stupefacente respirare”, ce lo ricorda Brian Turner. Un gesto banale, talmente ordinario da divenire involontario. Eppure magnifico, ordinariamente straordinario, ché a ogni respiro corrisponde…

Sotto l’ombrellone? Si legge!

Un elenco di alcune voci fuori dal coro. Una selezione tra i alcuni consigli ricevuti, tra libri letti, divorati, e libri ancora da leggere. Una selezione tra case editrici indeipendenti (tranne una!): si scava sotto la sabbia alla ricerca dei tesori nascosti. Si trovano conchiglie in cui la voce del mare risuona con forza. Ho…

Sei tutti i colori in uno, nel loro massimo splendore.

All the bright places [trad. it. Raccontami di un giorno perfetto], Jennifer Niven. Questo è quello potrebbe essere definito, dai detrattori che dietro ogni angolo si acquattano, “un romanzo per ragazzine”. Oppure da chi non conosce cosa sia il genere young-adult (vedi qui: dove si confondono fan-fiction e altro, in una grande miscellanea che trasuda solo tanta…

Non si vede bene che col cuore.

“Gli uomini coltivano 5000 rose nello stesso giardino… e non trovano quello che cercano… e tuttavia quello che cercano potrebbe essere trovato in una sola rosa o in un po’ d’acqua. Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare col cuore!” Perché i classici non smettono mai di parlarci, di raccontarci ogni volta qualcosa di nuovo,…

Storia della bambina perduta: un addio.

A differenza che nei racconti, la vita vera, quando è passata, si sporge non sulla chiarezza, ma sull’oscurità. Ho pensato: ora che Lila si è fatta vedere così nitidamente, devo rassegnarmi a non vederla più. Così si conclude il viaggio, un viaggio lungo un’estate intera. Tra scampagnate, viaggi in auto, bagni in mare e in…

«Mi chiamo Mina e adoro la notte.»

«Lascerò che il mio diario ‘blog’ cresca come cresce il pensiero, come crescono gli alberi e gli animali, come cresce la vita.» Ecco, se non avete letto questo libro, vedete di recuperare. In estate, poi, sotto all’ombrellone o distesi al sole, un libro come questo, letteralmente, si divora. Trama:  “Mina la stramba, Mina indisciplinata, Mina la pazza….

L’Amica (e la Scrittrice) Geniale.

La “smarginatura” è quando perdi la condizione del tempo, leggendo un libro, e non riesci più a fermarti. Sento la storia di Lenù e Lila dentro di me, ormai, scorre in queste giornate d’estate, in attesa delle ferie, della voglia di fuggire verso il mare, quel posto dove leggere mi è sempre più facile, dove…

E non dimenticare: scegli sempre di essere gentile.

E non dimenticare: scegli sempre di essere gentile. R.J. Palacio si è superata. Perché, sì, “Wonder” era molto bello, scritto con un’unica leggerezza e molto profondo di contenuti, ma, forse, peccava un po’ di banalità. Ecco, invece, che basta capovolgere il punto di vista per avere una storia, altrettanto leggera, ma più interessante, meno scontata…

Migrando.

Il mondo si è capovolto. Dall’Europa non si parte, ci si arriva.

Su piccole barche, fragili gusci di noce. Lasciando in altre terre guerra e fame.

E il mare è diventata una parola amara. Ma la parola migrante, in quelle terre lontane, è una bella parola, vuol dire coraggio, speranza, futuro. (Mariana Chiesa Mateos).

NOI (D. Nicholls)

Mi appare, per puro caso, davanti agli occhi l’immagine di un intaglio sulla corteccia di un albero. “Io + Te = per sempre insieme”. Ce lo vedo Douglas, il tenero biologo romanticone protagonista del libro, intento a tagliuzzare e incidere mentre ripete il nome scientifico dell’albero che sta martoriando per amore. Mentre una Connie già…

La noia.

Il sentimento della noia nasce in me da quello dell’assurdità di una realtà, come ho detto, insufficiente ossia incapace di persuadermi della propria effettiva esistenza. Moravia, A, La Noia, 1960, Bompiani, MIlano.

©Beatrice Alemagna

sosuperawesome: So happy to find the lovely picture book maker Beatrice Alemagna on Tumblr!

Da grande voglio fare il GGG.

I miei primi approcci con la lettura, ricordo, sono avvenuti con la bellissima collana del “Battello a Vapore”. Serie bianca, in prima elementare, per poi seguire con l’azzurra, l’arancione e la rossa. Ho dei ricordi bellissimi di quelle letture e alcune le conservo ancora, all’interno della mia libreria, come dei veri tesori. Come scordarsi de…

Quando dormi con un libro alle 6 della mattina se senti freddo lui si spoglia e ti dà la copertina.

David Almond – Storia di Mina (Salani).