Carezzza.

Per tutti noi una dolce carezza.

Purtroppo mi sento in questo giorni in preda a un ciclone. Passo dalla rabbia profonda verso le istituzioni, verso uno Stato che per anni è stato assente o presente solo di forma e senza mai sostanza. Poi atterro sulla speranza e sulla fiducia. Alla fine, ahimé, mi contraggo nella rassegnazione; la cosa peggiore. Ovvero che tutto questo passerà come scoppia una bolla di sapone e senza lasciare traccia né alone.

È una carezza amara. Un po’ come accarezzarsi con la carta vetrata. Probabilmente, allo stesso modo, questa è anche una speranza, questa carezza speriamo sia utile a togliere un po’ di marcio e far emergere un legno vivo su cui verniciare con nuovi colori accessi, brillanti, futuri.

And I’m holding on for dear life, won’t look down won’t open my eyes
Keep my glass full until morning light, ‘cause I’m just holding on for tonight

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...