Come una iena che si morde la coda.

A un certo punto – in Mary Poppins (il film Disney) – Bert imitando una risata dice “chi vuol scoppiar… baaam!”. Sembra la risata giusta per chi trattenendosi all’infinito, poi, inevitabilmente, scoppia. Che la risara sia poi effettivamente divertente o, più presumibilmente, isterica poco importa.

Ma conoscete la sensazione pruriginosa che danno certe persone? L’orticaria che portano con il loro esistere? Sono coma zanzare che svolazzano vicino all’orecchio in piena notte, come l’etichetta rimasta attacata al maglio che ti sfrega nella schiena. Insomma, insopportabili. La loro supponenza, il loro “so tutto io”, la loro totale mancanza di ascolto e di capacità empatica, nonché l’insindacabile incapacità di acquisire capacità sociali (le tanto famose e oscure life skills).

Ecco, è di queste persone che, ultimamente, mi sembra di essere circondato. Presi altro che da loro stessi. Esseri dati e finiti nel presente, incapaci di continuità storia e, alla fine, quindi, totalemente inutili. Totalmente incapaci di pensarsi come inseriti all’interno di un  sistema fatto di relazioni e, per altro, credo incapaci primariamente di una relazione sana con loro stessi. Sempre alla ricorsa di un qualcosa che poi non è nient’altro che il loro io, sono effettivamente un cane  una iena che si morde la coda. Iene, sì. Perché conviene.

Forse esagero e un po’ esagero. Ma sono stanco della ripetuta e totale mancanza di ascolto di persone che niente fanno e tutto pretendono. Come piccole iene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...